Sign spinners: occhio ai cartelli volanti

Pensavate di avere ormai visto tutto in campo di outdoor advertising? Potete ricredervi. Arriva infatti dagli USA una nuova moda. Si chiama sign spinning e – possiamo dir così – porta a un altro livello il concetto d’affissione dinamica.

Nata negli Stati Uniti da qualche anno,  è una pratica piuttosto controversa che consiste nel mettere degli addetti su incroci stradali ad alta frequentazione e far loro mostrare gli avvisi pubblicitari, affissi su una tavola a forma di surf, in maniera acrobatica. Ad avvalersi di questa forma di pubblicità sono soprattutto aziende e negozi collocati in prossimità della zona dove si esibisce il sign spinner. Una comunicazione di tipo tattico più che strategico quindi, che mira a un call to action immediato, piuttosto che a un effetto a lungo termine.

Gli spinners sono giovani atleti, a metà tra gli stunt e i praticanti arti marziali, che vengono addestrati a eseguire delle figure spettacolari con la loro ‘tavola da slogan’. Come le altre tecniche di guerrilla advertising, il sign spinning si è sviluppato con l’intento di raggiungere un pubblico giovane in un momento ad alto potenziale, quale può essere il tragitto lungo le strade cittadine, ovviando però alla scarsa visibilità, a lungo andare, dell’affissione statica tradizionale.

Alcune agenzie sono, peraltro, scettiche sull’utilizzo di questa forma pubblicitaria non convenzionale perchè nutrono dubbi su efficacia e memorabilità del messaggio così veicolato, dal momento che la spettacolarità delle performance potrebbe distogliere l’attenzione dal contenuto e dal brand reclamizzato. Altri punti a sfavore sono il rischio per i guidatori di essere distratti dalle acrobazie degli stuntmen e il rischio per gli stuntmen stessi di essere investiti, dato che operano sul ciglio della strada.

Sembra inoltre che vi siano già stati alcuni diverbi tra spinners di agenzie concorrenti per il possesso dell’angolo stradale migliore. Un tempo erano le prostitute ad azzuffarsi  per il possesso del marciapiede migliore. Oggi il business del momento pare sia invece proprio questo. Chissà se questa nuova forma a metà tra outdoor e guerrilla resterà una moda o attecchirà anche all’estero. O in un paese come l’Italia. Di certo la pubblicità è alla continua ricerca di mezzi nuovi per colpire il target con i propri messaggi. Se non sarà il sign spinning, quindi presto sarà qualcos’altro a colpirci. Per stupirci come al solito. E’ la pubblicità, bellezza.

, , , , , , , ,

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: