Digital Experience Festival 2011: ecco come sviluppare applicazioni digitali utili, usabili e coinvolgenti

Better digital, better life. Questo il claim della seconda edizione del Digital Experience Festival, settimana d’incontri e studio che affronta il tema della pervasività della tecnologia digitale, di come s’intreccia e modifica la nostra vita reale nell’esperienza quotidiana. La manifestazione, organizzata dall’associazione culturale “Luoghi Di Relazione” in collaborazione con “Nel segno dell’8” e “IED Istituto Europeo di Design“, si svolge a Milano dal 7 al 12 marzo presso varie location.

Il focus è sulla digital experience, cioè l’esperienza d’uso che l’individuo fa con le soluzioni digitali progettate per svolgere una serie di operazioni e servizi, dal prelievo al bancomat fino alla lettura del giornale su iPad. Gli interventi e i workshop approfondiranno come sviluppare e applicare soluzioni digitali in vari ambiti: moda, mondo dello sport, domotica, mobility, finanza, turismo, mercato del lavoro e marketing.

Le iniziative, tutte a partecipazione gratuita previa iscrizione, sono suddivise in cinque tipologie:

  • Forum: spazio dedicato alla condivisione, sia da parte di chi offre prodotti, servizi e comunicazione, sia da parte dell’utilizzatore, dei temi e delle applicazioni più attuali riguardanti il mondo del digitale;
  • Job Matching: spazio aperto al racconto delle professioni del digitale e all’incontro tra domanda e offerta;
  • White Night: occasioni di socializzazione notturna intorno ai temi del digitale con incontri informali e di intrattenimento per condividere la propria vita digitale;
  • Contest: competizione rivolta a tutti i creativi digitali, chiamati a rappresentare un concept di progetto in 24 ore no-stop, su un tema comunicato all’avvio della gara;
  • Special Events: iniziative e progetti speciali, con un focus particolare su argomenti circoscritti o target verticali nel segno della digital experience.

 

Come dichiarano gli organizzatori, il Digital Experience Festival vuole essere un’occasione di aggregazione per stimolare il confronto e promuovere l’attenzione all’uso del digitale affinchè questo semplifichi la vita. Ma in che modo la digital experience può migliorare la vita?

Sicuramente, secondo me, muovendosi lungo alcuni binari fondamentali: usability,imprescindibile per garantire un’esperienza user driven e non technology driven; engagement, che va a stimolare il lato emozionale e consente di instaurare una relazione che pone le basi per la sua prosecuzione anche nelle successive esperienze d’uso del prodotto o servizio; sustainability, molto importante per valutare gli impatti ambientali e sociali, in termini di costo-benefici, dell’uso di determinate tecnologie.

Dalle anticipazioni il programma sembra interessante e merita una capatina. Chi partecipa, annoti l’hashtag ufficiale #dfestival, mentre chi non ci sarà può comunque seguire i principali eventi trasmessi in live streaming sul sito. Buona digital experience week a tutti!

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: