La pubblicità e il potere degli stereotipi

Lercio, privo di comfort, senza acqua corrente: la comunicazione di The Hans Brinker Budget Hotel, ad Amsterdam, è un unicum che sovverte gli stereotipi di settore.

Gli stereotipi – la generalizzazione di alcune categorie di persone o di oggetti, spesso accompagnata dalla loro esagerazione a scopo peggiorativo – è un meccanismo largamente utilizzato in pubblicità. Forse perché i 30 secondi canonici di uno spot non sono abbastanza per dare vita a un personaggio in carne e ossa. Forse perché stereotipi e pregiudizi stereotipici con il loro ancestrale radicamento nei nostri circuiti neurali sono potentissimi puntelli persuasivi per l’argomentazione pubblicitaria. Fatto sta che, siano spot o cartelloni pubblicitari, gli stereotipi affollano gli storytelling pubblicitari.

Gli stereotipi possono venir usati sic e simpliciter, come paradigma sintetico per descrivere con pochi tratti una situazione, oppure rovesciati sfruttando meccanismi quali la suspence e l’umorismo, in modo da creare effetti potenti di attention getting, intrattenimento e persuasione.

Fanno parte del primo tipo tutte le pubblicità che accentuano gli stereotipi di genere e mostrano la donna cristallizzata in un ruolo machiettistico e standardizzato: tra i cinque eterni femminini più comuni dell’advertising troviamo la supernonna, la coniglietta di bellezza, la femmina alfa, la fashionista e la sempreverde mamma perfetta. Davvero difficile trovare casi in cui le protagoniste degli spot si scostino da queste generalizzazioni.

La campagna stampa per Quattro Salti in Padella Findus (Agenzia McCann Worldgroup) presenta un ritratto della perfetta casalinga d'una volta e insieme strizza con ironia l'occhio alla realtà attuale.

La nuova campagna del brand di abbigliamento Piazza Italia (agenzia Diaframma) chiama a testimonial la gente comune: meccanici, cuoche, papà, universitarie vere. Un tuffo nella realtà contro i media bias.

Oltre agli stereotipi di genere, ampio spazio trovano pure gli stereotipi etnici. Che siano neri, ispanici o cinesi, le pubblicità statunitensi pullulano di generiche mistificazioni di minoranze etniche. Non va meglio nel nostro paese, dove la reclame infierisce su lettoni, cinesi, americani e chi più ne ha più ne metta.

Giovanilismo, gallismo, pregiudizi razziali. Gli spot di Ricky Tognazzi per glassa Ponti rappresentano spesso aspetti semplificatori della realtà, dal ruolo delle donne alle minoranze etniche.

Lo spot per Fiat 500 Abarth sfodera l’immaginario iconografico degli italo-americani per fare presa sul pubblico statunitense. In questo caso l’espediente retorico funziona. E con oltre 2 milioni 200mila visualizzazioni in un mese su YouTube, la comunicazione pure.

Gli stereotipi costituiscono un ritratto della nostra società. Comunque sia, come auspicato dal manifesto deontologico ADCI e come sottolinea in un bell’intervento Annamaria Testa c’è sempre qualcosa che si può fare: «Rompiamo con gli stereotipi. Ridiamone. Coltiviamo visioni. Le aziende possono contribuire allo sviluppo del paese anche creando un nuovo immaginario. Nuove prospettive. … La pubblicità che supera gli stereotipi è positiva o memorabile. E qui c’è una tripla sfida: di orizzonti, di verità e di sogno». Speriamo di riuscire acoglierla, questa sfida, e che la pubblicità contribuisca a traghettare questa società verso lidi migliori.

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

  1. #1 di Kristie il settembre 26, 2012 - 9:18 pm

    Hiya! I know this is kinda off topic however , I’d figured I’d ask.
    Would you be interested in exchanging links or maybe guest writing a blog post or vice-versa?
    My website addresses a lot of the same subjects as yours and I believe
    we could greatly benefit from each other. If you might be
    interested feel free to shoot me an e-mail. I look forward to
    hearing from you! Superb blog by the way!

    • #2 di Lipoffaith il settembre 27, 2012 - 6:41 am

      Hi Kristie,
      Thanks for your offer, I appreciate it, but actually my guideline is to exchange links only with topic related blogs. So at the moment I am afraid that is not possible sorry! Anyway I like very much your blog too and I’ll be following you, keep up with the good work!

  2. #3 di www.strunosgn.lt il aprile 26, 2013 - 11:59 pm

    Appetite suppressors also work exactly how they sound. Ray Sahelian, a physician who favors the use of green Green Coffee Bean Extract Benefits 2x daily.
    Green green coffee bean extract benefits can be taken twice daily, if they put their heads to.

    Well, there are several basic types that differs by the way they want
    to take any herbal weight loss supplement among others is?
    The major plus with herbal phentermine is that it has not been well documented.

  3. #4 di miracle garcinia cambogia reviews on youtube.com il luglio 21, 2013 - 10:28 pm

    I became proposed this web site by way of my own step-brother. Now i’m no longer constructive if this create is definitely published by him or her seeing that who else recognize these kinds of special roughly our trouble. You happen to be extraordinary! Appreciate it!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: