14 consigli per creare engagement su Facebook

Un’interessante white paper di Hubspot spiega come disegnare la propria pagina Facebook e riempirla di contenuti in grado di coinvolgere gli utenti. L’unico social network che può vantare un miliardo di active users e luogo di intercettazione privilegiato delle conversazioni più o meno private delle persone con i propri amici e parenti, Facebook è ormai un presidio irrinunciabile per qualsiasi marca. Ogni azienda, società e prodotto ha la propria business page su Facebook. Ma come gestirla al meglio?

Source: Shortstack.com

Source: Shortstack.com©

Questa infografica di ShortStack mostra come valutare la propria pagina Facebook. Come ne esce la vostra? Bene? Male? Vediamo alcuni consigli su come migliorare attrattività e capacità di coinvolgimento dei contenuti  postati sulla propria pagina in modo da massimizzare l’interazione con gli utenti Facebook.

Per capire quanto i nostri contenuti sono attraenti bisogna valutare l’ EdgeRank, un algoritmo introdotto da Facebook nel 2011 che determina cosa viene mostrato nel newsfeed di ogni utente. L’algoritmo si basa su tre componenti: affinità (quantità di interazioni tra i due utenti), peso (dato dalla tipologia di azione, ad esempio uno share pesa di più di un commento, che pesa di più di un like) e scorrere del tempo (post più vecchi più difficilmente compariranno nella newsfeed di una persona).

Più basso è l’EdgeRank del tuo brand sull’account dell’utente, meno coinvolto sarà il brand con l’utente, e quindi meno opportunità avrai di coinvolgerlo. In effetti in media, solo il 17% dei post di una pagina business Facebook compaiono sul newsfeed di un fan. L’obiettivo è dunque aumentare l’EdgeRank per la tua audience. Vediamo alcune semplici regole che spiegano come fare:

Facebook-EdgeRank

1 Sii personale

I contenuti che le persone condividono su Facebook sono personali: eventi della propria vita privata, dalla foto della vacanza o del matrimonio fino all’anuncio della nascita del figlio. Proprio perché sono questi i contenuti che gli utenti Facebook amano condividere, è a quelli che bisogna far assomigliare il più possibile i nostri post. Il livello opportuno di personalizzazione dei post dipende dal tipo di business, ma comunque dare una dimensione d’umanizzazione ai contenuti postati è la cosa migliore per renderli rilevanti agli occhi di chi ci segue. Un altro suggerimento è di fare dei post con delle domande che invitano le persone a scrivere qualcosa di sé in risposta.

2 Utilizza immagini

Il contenuto visivo attrae l’attenzione degli utenti e riesce a staccarsi dal pesante affollamento di post visualizzato sul social network: ricerche dimostrano che gli album di foto, le immagini e i video accrescerebbero il coinvolgimento rispettivamente del 180, del 120 e del 100% rispetto ai post privi di visual. Anche semplicemente chiedere ai fan di scrivere una didascalia sotto una foto incrementa l’engagement di 5,5 volte rispetto a un post tradizionale.

Il consiglio è quindi di usare dei visual attraenti per catturare l’attenzione e abbinare all’immagine un contenuto interessante che costringa il pubblico a soffermarsi e leggere ancora. Le immagini scelte devono essere correlate ai propri prodotti e servizi, e portare alle landing pages del sito dell’azienda.

Like-coffee-mug

3 Crea dei contest

Facebook ha delle rigide linee guida per i contest, ma vale comunque la pena farli perché sono un ottimo modo di coinvolgere i fan sulla propria pagina. La prima cosa quando si progetta un contest è darsi un obiettivo chiaro e precisi parametri per misurarne il raggiungimento. Ad esempio se l’obiettivo è creare engagement tra i fan, bisogna decidere se i risultati verranno valutati con il parametro visualizzazioni o numero di commenti o numero di nuovi fan o numero di partecipanti e stabilire un valore obiettivo.

Importante è anche definire i premi, che possono essere reali o virtuali, continuati o one-spot. Ad esempio un contest può eleggere il fan della settimana, o premiare l’uso più creativo del tuo logo in un’immagine creata dai fan. Naturalmente la cosa migliore è far decidere ai fan stessi, con i loro like, il vincitore, in modo da creare ulteriore engagement.

4 Sii spiritoso

La simpatia aiuta un brand a connettersi con la propria audience. I marchi che riescono a far sorridere o ancor meglio a ridere le persone durante le lunghe ore di permanenza in ufficio o davanti al computer sono quelle che riescono a coinvolgere di più. Le immagini divertenti o tenere, i comics e i meme sono contenuti ad alto tasso di viralità da utilizzare, perché gli utenti amano condividerli con gli amici e grazie al link alla tua pagina aumentano anche la diffusione del brand.

Facebook-prank-profile-photo

5 Fai conoscere il team di lavoro

Facebook è un media molto personale, ed è quindi importante che le persone che ti seguono vedano il lato più umano dell’azienda. Il modo più semplice per farlo è mostrare chi lavora dietro al tuo prodotto, dar loro un volto, un nome, raccontarne le passioni. In alternativa si possono pubblicare foto collettive del team sul posto di lavoro o durante eventi collegati con la propria attività lavorativa, backstage ecc., ancora meglio se si tratta di scatti allegri e sorridenti. Tutto questo funziona perché è più facile per i fan relazionarsi a persone vere che a un freddo logo.

6 Sii reattivo

Così come è cruciale rispondere tempestivamente alle richieste che arrivano al Servizio clienti o al call center telefonico, allo stesso modo la gente si aspetta una risposta immediata alle richieste inviate via Facebook. Il 95% delle marche invece non risponde ai commenti fatti dagli utenti su Facebook. Questo è un errore, o almeno un’occasione sprecata di entrare in contatto con l’audience, far capire quanto t’interessi la loro opinione e gettare le basi per una relazione duratura.

Se i fan portano una problematica relativa al tuo brand, cerca di rispondere velocemente e in maniera educata. Rispondi attraverso un messaggio privato se si tratta di qualcosa di personale che riguarda il singolo utente, ma valuta se è meglio farlo pubblicamente in caso l’argomento possa interessare più persone. Anche qui vale il discorso: sbagliare è umano, non rispondere diabolico.

Facebook-timing

7 Pianifica le pubblicazioni

I post vanno pubblicati in momenti in cui la tua audience è presente sul social network e disposta a recepire i tuoi contenuti. Considera il tuo tipo di business e le caratteristiche del tuo pubblico e in base a quello scegli gli orari migliori per postare.

Se sei un B2B per esempio, quella diurno è probabilmente la miglior fascia oraria per postare, e in alcuni casi è anzi possibile notare maggior traffico durante la pausa pranzo e verso l’orario di chiusura. Se sei un B2C al contrario i contenuti postati in orario serale o nei weekend, quando la gente ha più tempo di cercare i prodotti che gli interessano, potrebbero registrare un maggior tasso di engagement.

In ogni caso meglio scoprire i giorni e gli orari in cui è maggiormente probabile trovare i tuoi fan su Facebook e pubblicare i tuoi contenuti in quei momenti.

8 Fai attenzione alla frequenza

Posta contenuti sempre nuovi e rilevanti per mantenere l’interesse alto. Da una ricerca di Bitly la half-life (cioè il tempo che impiega un link a ricevere la metà dei click che mai riceverà dopo aver raggiunto il suo picco) di un post su Facebook è di circa 3 ore. Questo significa che passate le tre ore un post cessa per lo più di ricevere l’attenzione e azioni di interazione dagli utenti. È quindi buona abitudine postare più di una volta al giorno.

People-chatting-fb

9 discuti gli eventi in corso

Rimanere coinvolto nelle conversazioni correnti è un buon modo di aumentare la possibilità di engagemente con i fan. Così, se le vacanze sono vicine, un post di auguri o messaggi in tema con le festività sono ottimi, perché la tua audience è più incline a condividere un post se è rilevante e ha capacità di intrattenerli. Anche in caso di breaking news, un buon metodo è agganciarsi a queste per esprimere la propria opinione, esprimere il proprio dispiacere in caso di eventi negativi o anche magari stimolare con un post a tema i commenti da parte dei fan.

10 Fai delle domande

È un ottimo modo per stimolare l’interazione con i fan. Le domande in cui si chiede ‘dove’ e ‘quando’ in genere presentano un tasso di risposta maggiore rispetto a quelle dove si domanda ‘perché’. In alternativa si può anche chiedere agli utenti un feedback sui propri prodotti attuali o futuri o sugli eventi che si stanno programmando, dal momento che gli utenti Facebook in genere adorano esprimere la propria opinione. Lo stesso risultato si ottiene con un sondaggio o anche semplicemente postando una domanda di carattere generale.

Everybody-loves-Facebook

11 Conosci il tuo pubblico

Questo vale non solo dal punto di vista socio demografico, ma anche in relazione a gusti e stili di vita. Più lo conosci, più puoi proporre contenuti in linea con i loro interessi e le loro priorità. Più i contenuti postati su Facebook riescono a rispecchiare le esigenze dei tuoi follower, più i follower saranno coinvolti dalla marca.

12 Fai variare i contenuti

La migliore pratica è quella di mescolare la tipologia di contenuti che posti sulla tua pagina Facebook. Puoi passare dai post di tipo umoristico a quelli che puntano più all’emotività. Maggiore è la varietà, più attraente sarà la pagina Facebook per chi ti segue. Ecco alcune idee da sviluppare: foto di clienti felici, case histories, foto di dipendenti, battute e immagini umorisitche, sondaggi seri o faceti ai fan, chiedere ai fan di riempire le didascalie delle foto, postare suggerimenti di prodotti, lanciare contest.

Keep-Calm-Thank-Mark

13 Appuntati un post

Su Facebook è possibile metter in evidenza un post mantenendolo in cima alla pagina per una settimana. È utile sfruttare questa opportunità per un post che risulti particolarmente apprezzato e abbia riscontrato un engagement alto. Questo post, riconoscibile perché opportunamente segnalato, sarà il primo che gli utenti vedranno sulla pagina. Si tratta di una tattica che vale la pena usare di quando in quando per attrarre l’attenzione su contenuti particolamente interessanti.

14 Conclusioni

Se vuoi che i tuoi fan siano più coinvolti con il tuo brand su Facebook la risposta è una sola: sii più coinvolgente. Sii divertente, rilevante, attrai l’attenzione con un contenuto visivamente accattivante sorretto da un testo avvincente che tenga l’interlocutore incollato al monitor. Fai domande, interessati a quello che la gente vuole raccontarti, condividi buone notizie, promuovi buone cause e chiedi ai tuoi amici di aiutarti. Creare engagement su Facebook non è una scienza esatta ma è scienza sociale applicata alle tue competenze di marketing.

Questi sono solo alcuni consigli per migliorare l’engagement con i fan di Facebook. Altri consigli o commenti sono i benvenuti, scrivete qua sotto le vostre opinioni.

, , , , , , , , , , , , , , , , , ,

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: