Sei modi per promuovere un brand su Pinterest

Image

Pinterest è il decano dei social network basati sul visual content. A 4 anni dal lancio nel 2010, ad oggi conta 70 milioni di utenti, 750 milioni di board per 30 miliardi di pin. (Clicca qui per altre interessanti statistiche su Pinterest).

Gli account business su Pinterest sono oltre mezzo milione, in continua crescita. E la percentuale sul totale dei referral social ai siti e-commerce che provengono da Pinterest è il 20%. Facile capire come per le aziende avere un profilo su Pinterest è oggi più che mai strategico.

Quali i brand che fanno meglio su Pinterest?

I dati, relativi al 2013, sono tratti da questo post.

 

Un interessante post di Social Media Examiner suggerisce sei modi innovativi con cui i brand possono usare Pinterest con successo. Li elenchiamo qui sotto:

1. Usa nel punto vendita visual merchandising  a tema Pinterest

Nordstrom PdV

La catena Nordstrom ha adottato questo originali cartelli nei negozi per attirare l’attenzione su specifiche categorie di prodotto.

Alcuni brand hanno iniziato a inserire nei propri punti vendita reali dei materiali che richiamano Pinterest e segnalano gli articoli più popolari – favoriti o pinnati – su questo canale. Nordstrom e Target sono solo alcuni esempi di questo genere di visual merchandising. Un’idea da provare – e magari da trasferire anche sull’online shop.

2. Condividi non i prodotti, ma il mood

Condividi lo stile

Molte aziende hanno boards non inerenti al prodotto ma a tema correlato purché in linea con la brand identity.

I repin più popolari su Pinterest sono quelli riguardanti moda, food e home decor. Se il brand non rientra in queste categorie, è però sempre possibile proporre dei moodboard con ispirazioni di stile, oggetti correlati, suggerimenti e how-to correlati con il proprio business. Utile in questo caso tenere a mente che gli utilizzatori di Pinterest sono all’80% donne (con interessi moda, food, home decor, fai da te, bambini) per proporre boards in linea con le caratteristiche dell’audience. 

3. Alleati con guest pinner influenti

Oh Joy

Joy Cho, celebrity blogger di “Oh Joy!”, ha oltre 13 milioni e mezzo di follower su Pinterest. Ottenere un suo repin o ospitarla su una guest board può portare traffico e nuovi follower.

Su Pinterest è possibile creare dei Group Boards, delle bacheche specifiche dove invitare altri utenti a pubblicare pin. Le board possono avere più contributor, anche se la cosa migliore è limitarsi a un numero ristretto. Più influente è il pinner, più la board dedicata porterà traffico e utenti sulla propria pagina business. Celebre è in questo senso Etsy dove hanno fatto da guest pinner una schiera di celebrities come Martha Stewart, Bobbie Thomas, e vari blogger noti nel mondo del DIY come Design Milk, Frolic, Poppy Talk, Sweet Paul ecc.

4. Mostra ai fan che li ami

Image
Per festeggiare alcune date aziendali importanti e traguardi di follower è sempre possibile pubblicare un pin in cui si informa e/o si ringraziano gli utenti. Il segreto per far circolare ancora di più il messaggio è conferire al pin un valore aggiunto – un visual accattivante, un link, un’informazione utile ecc.

5. Umanizza il brand

Non c’è niente di male nel tenere, accanto a boards con immagini patinate, immagini più amatoriali, come quelle riprese con smartphone e tablet. Alcune aziende creano boards che presentano lo staff, raccontano i dietro le quinte del prodotto, mostrano foto dello stabilimento oppure tratte dagli archivi. In tutti questi casi umanizzare il brand può essere molto efficace perché propone il contenuto in una veste più fresca e spontanea.

umanizzare brand

La personalizzazione del brand funziona su Pinterest come sugli altri social network.

6 Sii fonte d’ispirazione

Image

General Electric dimostra come con un pizzico di creatività è possibile creare dei pin che si distinguono dalla massa e portano repin e commenti.

Se il tuo business non si adatta a Pinterest, basta essere  creativi, e condividere belle immagini di cose che ispirano la cultura del brand o l’innovazione di prodotto. Ne è un esempio General Electric, che posta dei contenuti originali che registrano un alto tasso di condivisione e interazione.

Il visual storytelling è oggi il modo più efficace per raggiungere i fan e il luogo ideale per farlo è Pinterest. La vostra azienda ha un profilo su Pinterest? Avete in programma d’aprirne uno?

 

, , ,

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: