Articoli con tag Twitter

10 consigli alle aziende per usare Instagram con successo – parte 1

Image

Il social network per la condivisione di foto sta passando un momento d’oro. E non solo perché vanta 200 milioni di active user (erano 25 milioni al momento dell’acquisto da parte di Facebook nel 2012). Instagram è anche usato dal 71% dei marchi presenti su Interbrand 100, e il numero di aziende che ha un profilo qui è destinato ad aumentare.  Leggi il seguito di questo post »

, , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

8 trucchi del social media marketing per il non profit

charity-social-3

Se operate per conto di un’organizzazione non lucrativa probabilmente già sapete che i social media permettono come nessun altro mezzo di creare relazioni e coinvolgere chi gravita attorno alla non profit – donatori, volontari o simpatizzanti della causa. Creare una community che condivide la propria missione fornisce anche un ottimo supporto alla diffusione virale dal momento che molto spesso sono le persone stesse a diventare megafono delle campagne e degli eventi dell’organizzazione condividendole con gli amici.

Le statistiche parlano chiaro: il 91% dei professionisti del non profit usano Facebook, il 69% Twitter, il 65% YouTube. Solo il 17% usa Instagram e il 24% ricorre a Pinterest. Il 61% degli addetti del settore pensa che i social media siano un’efficace tattica di content marketing. E lo dimostrano nei fatti, dato che il 25% ha in atto una strategia di content marketing social. Le non profit che producono le campagne di content marketing più efficaci utilizzano in media 5 piattaforme/social network. (Fonte CMI’s 2014 Nonprofit Content Marketing Study). Leggi il seguito di questo post »

, , , , , , , , , , , , , , , , ,

1 Commento

Ecco i social network che vendono

Tasso di conversione dei principali social media

Tasso di conversione dei principali social media

Un’illuminante infografica di Shopify spiega quali piattaforme social producano maggiori conversioni. La celebre piattaforma di e-commerce ha analizzato i dati di 37 milioni di visite dai social media che si sono trasformate in 529mila ordini d’acquisto online. Questi i risultati.   Leggi il seguito di questo post »

, , , , , , , , , ,

1 Commento

Twitter: news media in fieri?

Image

Dopo le notizie sul lancio in borsa e sulla rallentata crescita degli active users, la seguente notizia farà sicuramente piacere agli amanti del social network dell’uccellino blu. Una ricerca effettuata dal Pew Research Center di Washington (leggi di più qui) evidenzia come tra i vari social media Twitter sia il preferito quando si tratta di leggere le notizie: il 52% degli iscritti, corrispondenti al 16% della popolazione adulta americana, lo utilizza infatti per raccogliere informazioni e tenersi aggiornato sulle breaking news.

Il 45% degli utenti interessati alle notizie comprende giovani di età fra i 18 e i 29 anni. La maggioranza di questi (85%) si collega via mobile devices – tablet e smartphone – Il quadro che emerge di questi user è più che lusinghiero: giovani, tecnologici, istruiti e interessati a quel che accade nel mondo. Sorprende pure il paragone con Facebook dove gli utenti che si connettono via mobile sono non solo meno (64% negli USA, 40% a livello globale) ma risultano anche avere un reddito dichiarato inferiore.

Dal punto di vista dei contenuti la ricerca dimostra come le conversazioni avvenute su Twitter non rispecchiano necessariamente l’opinione pubblica. Twitter dunque si conferma un canale democratico e non mainstream, dove tutti si sentono autorizzati a esprimere la propria posizione su determinati argomenti.

Nel complesso la tendenza che emerge è il desiderio, per i giovani in particolare, di usare i social network per informarsi sulle news e per esprimere le proprie opinioni relative ai temi d’interesse. Questo almeno per gli Stati Uniti.

E in Italia? Con 3,3 milioni di monthly user in flessione sui 231.7 milioni globali, Twitter è abbastanza diffuso da costituire un canale alternativo con una share of voice significativa oppure si tratta di un media di nicchia che non ha ancora abbastanza risonanza? Diteci se anche voi lo usate per tenervi aggiornati e che ne pensate.

, , , , , ,

Lascia un commento

Google+: costruire una base di follower in sette passi

Tempi duri o tempi d’oro per Google+? A oltre un anno dalla nascita, il social network avrebbe superato, secondo dati rilasciati a metà settembre dalla stessa Google, i 400 milioni di iscritti, con 100 milioni di utenti attivi al mese. Il dato relativo al numero di iscritti potrebbe essere in parte falsato dal fatto che per ogni utente Gmail viene automaticamente creato un profilo G+, mentre il numero degli utenti attivi mensilmente appare assai significativo se confrontato con il corrispondente dato dichiarato da Twitter – 140 milioni di utenti racimolati in sei anni d’onorato servizio. In Italia secondo dati rilasciati qualche mese fa da Vincenzo Cosenza gli utilizzatori di Google+ sono ancora un numero risicato di early adopters: parliamo di 2,7 milioni di visitatori attivi, con un tempo medio di permanenza sul social network di 3 minuti. Leggi il seguito di questo post »

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

2 commenti

State of the Net 2012: lo stato dell’arte della Rete nel mondo. E in Italia

state-of-the-net-logo

Si è appena conclusa la due giorni di “State of the Net“, la conferenza che fa il punto sullo stato di Internet nel nostro paese. I professionisti italiani del web si sono incontrati a Trieste dove hanno ascoltato speaker di alto livello nel corso di interventi e panel di discussione sui principali temi caldi del settore: web e social network, modelli organizzativi della Rete, città digitali, progetti open data, prospettive nel turismo, l’editoria digitale, le tendenze di eCommerce e mCommerce, i principi di trasparenza e privacy e i delicati equilibri tra politica e democrazia. Leggi il seguito di questo post »

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

1 Commento

Asia & Social network: dati e tendenze di un mercato in crescita

Image

L’uso dei social media è ormai pervasivo in tutti i continenti, ma i dati sono ancora più promettenti in Asia, visto l’enorme potenziale dato dai milioni di abitanti presenti in quei Paesi, primi tra tutti Cina e India. I mercati asiatici hanno nel tempo aderito con entusiasmo ai social network e ai canali social e il numero di utenti e le pagine visitate continuano ad aumentare vertiginosamente. Leggi il seguito di questo post »

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

1 Commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: